tifosi del Cagliari sono un gruppo di 1 milione di persone sparse per tutto il mondo (fonte tuttosport 2007). Un dato incredibile se si considera che il bacino potenziale di utenza a livello del capoluogo è di sole 300.000 unità. Questo sta a testimoniare come la squadra rossoblù abbia saputo attirare grandi consensi e simpatie soprattutto per i suoi trascorsi intorno agli anni 70 quando, magicamente, seppe regalare un sogno aitifosi sardi con la conquista dello storico scudetto e la definitiva consacrazione del mito Gigi Riva.

Ma i tifosi del Cagliari sono anche quei ragazzi che dal 2002, causa la particolare posizione geografica dell'isola di Sardegna, viaggiano attraverso l'Italia per seguire le imprese dei propri beniamini incuranti delle difficoltà date dalle distanze e dal grosso esborso economico ad esso legato. Sono quei ragazzi che nel mare di internet si sono conosciuti e hanno dato vita ad un gruppo di amici incredibile, legato da un amore sfegatato per i colori rosso e blu; sono anche quei ragazzi che hanno la fortuna di vivere in Sardegna e godere dello splendido clima che aleggia intorno allo stadio Sant'Elia che ha regalato loro il sogno, poi tristemente svanito, di poter vincere anche una finale di Coppa Uefa intorno agli anni 90.

La storia di questo grande gruppo di tifosi è in continua evoluzione e si avvale sempre di nuovi amici che si uniscono di continuo alla Community del Cagliari che negli anni ha dovuto cambiarsi spesso d'abito ma non ha perso la voglia di fare e tifare. Tutti, indifferentemente dal ruolo e dall'impegno profuso hanno dato qualcosa: a partire da chi fece la prima bandiera rossoblù o le magliette e le sciarpe a chi organizzò tanti ritrovi per stringere amicizie qua e là per l'Italia fino ad arrivare a chi si è impegnato per realizzare i vari forum che negli anni hanno dato voce ai ragazzi che tifano il magico Casteddu

tifosi del Cagliari sono l'esempio di come si possa soffrire per le piccole cose e sognare di raggiungere traguardi impossibili come quello che la squadra di Scopigno seppe regalare ai fortunati presenti in quel dello stadio Amsicora nel lontano aprile 1970.